iniz 01 v iniz 02 v

Le due ambulanze, presentate a Genova il 19 luglio 2004, sono state donate da Ya Basta! ad OSIMECH, (organizzazione che si occupa della salute degli indigeni maya dello stato del Chiapas), che dalla data della sua formazione lavora nella regione degli Altos del Chiapas, Messico.
Le due ambulanze serviranno a rinforzare maggiormente il progetto dell'Associazione Ya Basta! di sostegno alla creazione di una rete sanitaria autonoma in quella regione.

Questo progetto, in costante sviluppo, ha finora portato alla creazione di 9 strutture sanitarie completamente gestite da personale indigeno e zapatista. Queste strutture sono: una clinica ("La Guadalupana" situata nel "Caracol" di Oventic) ed 8 microcliniche. All'interno di questi luoghi lavora esclusivamente personale indigeno appositamente formato che ha deciso di contribuire al percorso della lotta zapatista attraverso l'importantissimo aspetto della tutela della salute, altrimenti negata, nelle comunità in resistenza. 

Les Cultures Onlus Cooperazione internazionale A.F.A.A.- Niger (Assemblea dei Formatori e Animatori delle Associazioni)

Grazie a tutti,
a Cascina Costa Alta il 21 settembre per il "Progetto Tabelot" in nome di Carlo Giuliani abbiamo raccolto 850 € e se pensate che in Niger...

- la cura di 100 adulti per malaria costa 14€
- la cura di 100 bambini costa 10€
- una cassa piena di farmaci per le levatrici dei villaggi costa 197€
- una cassa piena di farmaci per agenti di sanità di villaggio costa 253€
- gli interventi sanitari di un intero villaggio (ca.500 persone) costano 1033€ per un anno

... allora possiamo davvero dire di avere fatto una buona raccolta.
... il nostro alito di pace arriverà in Niger e lo spirito di pace e di lotta per un mondo migliore che animava Carlo sarà ancora una volta presente e tangibile.
Un grazie profondo anche a una madre che dopo avere saputo trasmettere ad un figlio degli ideali grandi ha anche saputo in nome di questo figlio continuare a lottare insieme a noi.

Un caloroso abbraccio a tutti e un saluto da parte degli amici del progetto Tabelot.
Silvia

I progetti di solidarietà, realizzati dall'Associazione Walter Rossi, grazie ai fondi raccolti con il libro "In Ordine Pubblico (dieci scrittori per dieci storie)" a cura di Paola Staccioli

Le storie di questo libro raccontano una doppia morte: quella di un corpo spento nel fiore degli anni e quella di una memoria calpestata da uno Stato che nega giustizia, evitando di condannare se stesso.
L'Associazione Walter Rossi nel 2003 ha presentato il libro "In ordine pubblico", a cura di Paola Staccioli, una antologia di racconti di dieci scrittori dedicati a manifestanti uccisi nelle piazze d'Italia nel corso degli anni Settanta.
Grazie al contributo di Nanni Balestrino, Pino Cacucci, Massimo Parlotto, Erri de Luca, Haidi Giuliani, Alessandro Pera, Lidia Ravera, Ivo Scanner, Paola Staccioli, Stefano Tassinari, Roberto Tumminelli, autori del libro "In ordine Pubblico", che hanno devoluto l'intero importo dei diritti loro spettanti in favore di progetti di solidarietà internazionale.
I progetti, concretamente realizzati dal gruppo teatrale Ygramul durante la loro permanenza nel Mato Grosso del Sud (novembre/dicembre 2003), sono frutto della collaborazione fra l'Associazione di Solidarietà tra i popoli Yumimeya, l'Associazione Culturale Walter Rossi e L'Associazione Ma.nò.

iniz 05

© 2016 www.piazzacarlogiuliani.org. Tutti i diritti riservati | Webmaster graficafluida.it